Firenze raccontata dagli scatti fotografici di Candida Hofer

Palazzo Medici Riccardi inaugura l’ 11 dicembre la mostra fotografica dell’artista tedesca Candida Hofer, che ha voluto immortalare alcuni luoghi della città di Firenze. Uno sguardo silenzioso ed imponente che ha saputo ritrarre i luoghi di incontro e condivisione degli esseri umani, ma senza la presenza dell’uomo. Gli ambienti vengono immortalati cercando di cogliere il senso dello spazio, le atmosfere, in maniera concettuale ma anche pratica. I questi spazi si sente però la presenza dell’uomo, che è autore di questi luoghi, li crea e li vive. Attraverso i venti scatti presentati, oltre il vuoto, si percepisce lo stretto legame tra lo spazio e gli esseri umani, che nelle biblioteche, nelle cattedrali, e nei musei, nonostante non siano presenti lasciano le loro tracce evidenti e marcate.Questa presenza/assenza si percepisce sia nella creazione dei luoghi, e nell’utilizzo pratico.Le monumentali foto ritraggono i posti più suggestivi di Firenze, e vogliono cogliere la natura intima di questa città, caratterizzata da luoghi unici al mondo.Alcuni ambienti del Museo di San Marco, gli Uffizi e la loro biblioteca, il Teatro della Pergola, Palazzo Pitti, Palazzo Corsini, la Villa di Poggio a Caiano, le biblioteche Marucelliana e Riccardiana, l’Accademia con uno scorcio del David di Michelangelo, Palazzo Vecchio e Palazzo Medici Riccardi. I luoghi scelti esprimono la visione che la fotografa ha di Firenze e le foto che non sono ritoccate digitalmente, sono ritratti reali e puntuali del capoluogo toscano.

Dall’11 dicembre 2009 al 24 gennaio 2010
Presso Palazzo Medici Riccardi, sala Pistelli.
Orario di apertura: tutti i giorni 9.00-19.00, chiuso mercoledì, ingresso gratuito.