Gerhard Richter e la dissolvenza dell’immagine nell’arte contemporanea

Fino al 24 aprile 2010 il CCCS (Centro di Cultura Contemporanea Strozzina), propone al pubblico amante dell’arte, un’importante mostra del pittore tedesco Gerhard Richter. L’esposizione : Gerhard Richter e la dissolvenza dell’immagine nell’arte contemporanea, mette a confronto le opere dell’autore, uno dei più noti ed importanti esponenti della seconda metà del Novecento, con le opere di sette artisti contemporanei, accomunati da un intenso scetticismo nei confronti dell’immagine come mezzo di verità. L’esibizione affronta il tema della dissoluzione della realtà, e analizza il legame tra il mondo reale e la sua rappresentazione attraverso video e la fotografia.
Gerarhard Richter riconosce l’efficace espressiva dell’immagine e la sua forza, ma vuole mettere in discussione la loro nitidezza e così nelle sue opere crea immagini sfocate, che sembrano quasi dissolversi fino a scomparire. In questo gioco tra reale e apparente, le immagini, da figurative divengono astratte, come se perdessero di consistenza e si allontanassero dalla realtà. In linea con il pensiero artistico di Richter, espongono le loro opere 7 artisti contemporanei, che trattano individualmente il tema della dissoluzione dell’immagine : Xie Nanxing (Cina, 1970), Lorenzo Banci (IT, 1974), Scott Short (USA, 1964), Roger Hiorns (UK, 1975), Marc Breslin (USA, 1983), Antony Gormley (UK, 1950), Wolfgang Tillmans (DE, 1968). L’evento propone un percorso affascinante nel mondo delle immagini che cerca di analizzare e scoprire quanto sia chiaro il rapporto tra il mezzo/ medium immagine ed il mondo reale.

CCCS, Centro di Cultura Contemporanea Strozzina
Dal 20 febbraio al 24 aprile 2010
Fondazione Palazzo Strozzi
Piazza Strozzi, 50123 Firenze
Tel. 055.2776461
Orario mostra
Martedì - Domenica 10.00 - 20.00
Speciale ingresso gratuito: Giovedì 18.00 - 23.00
Lunedì chiuso