Il paesaggio che abita gli echi

Dal 17 Aprile al 12 Novembre 2010 il Plus di Firenze presenta la mostra monografica della artista Anna Eva Monteduro: “Il paesaggio che abita gli echi.” L’arte di Anna Eva Monteduro riempe lo sguardo di simboli, visioni e sogni, grazie ad un linguaggio ricco di senso e suggestione. Così, sospese tra reale e onirico, si trovano fluttuanti figure sgargianti di colore, che appaiono abbandonate nella visone e allo stesso tempo parte di essa. Da questa narrazione pittorica senza tempo e spazio, nascono mondi magici, atmosfere oniriche, paesaggi incantati dove prendono vita personaggi, simboli, oggetti e figure che alimentano storie infinite. Così le tele sulla scia di memorie novecentesche, esprimono un ‘intenso e sgargiante surrealismo, che approda con abile efficacia al senso dell’essere e della vita, sulla scia di un ilare senso umoristico. Anna Eva Monteduro realizza un connubio prefetto di elementi, che vanno a creare immagini di intenso impatto visivo, grazie ai virtuosismi cromatici che tessono fili invisibili di fiabe e sogni, grazie a giochi eccelsi di simbolismi e segni.
Anna Eva Monteduro nasce Lecce nel 1963, ha conseguito la maturità d’Arte all’Istituto d’Arte di Lecce e il diploma di Accademia di Belle Arti , attualmente vive e lavora a Entringen (Germania)


Dal 17 Aprile al 12 Novembre 2010
Plus Firenze (Piano Rosso)
Via Santa Caterina D'Alessandria 15
Inaugurazione sabato 17 aprile 2010 alle ore 18. 00